Menu

  Liceo Statale Farnesina Scientifico - Musicale 

Via dei Giochi Istmici 64 00135 Roma - email rmps49000c@istruzione.it - PEC rmps49000c@pec.istruzione.it

ERASMUS PLUS: LIMES Borders and Bridges: Challenging division in Europe

 (project duration: 9/2017 – 9/2019)

Relazione Meeting di Bucarest    20-27/01/2019

Il secondo incontro internazionale degli studenti ed insegnanti delle cinque scuole coinvolte (Bucarest, Budapest, Stoccarda, Copenhagen e il nostro Liceo) si è svolto presso il Liceul Tehnologic “Mircea Vulcanescu” di Bucarest dal 20 al 27 gennaio 2019. Per il liceo Farnesina erano presenti 3 alunni della 3B e 4 alunni della 4B accompagnati dalla sottoscritta e della prof.ssa Faraone.

 

I nostri studenti si sono visti impegnati nella preparazione per l’incontro di Bucarest da ottobre a gennaio. Dapprima, sono stati incoraggiati a riflettere sul prodotto finale degli studenti che hanno partecipato al precedente meeting di Budapest, ovvero una mostra fotografica ispirata al tema dei confini e dei ponti. I nostri studenti, dopo aver messo per iscritto le loro riflessioni, hanno intervistato i loro nonni e i loro genitori sulle tematiche emerse nella mostra.

In seguito, gli studenti hanno approfondito, grazie alle lezioni della Prof.ssa Faraone, il panorama politico italiano (nello specifico: partiti che formano il governo VS partiti all’opposizione; visioni europeiste VS visioni antieuropeiste; apertura VS chiusura nei confronti dei flussi migratori). A conclusione di tale percorso di approfondimento, gli studenti hanno prodotto una presentazione PowerPoint in lingua inglese, la quale è stata proiettata ed esposta dagli studenti stessi nella prima giornata di lavoro a Bucarest.

Infine, i nostri studenti si sono preparati per uno dei giochi di ruolo organizzati dalle diverse delegazioni. Per il gioco in questione, chiamato “The future of the EU”, svoltosi nella terza giornata di lavoro a Bucarest,  i nostri studenti hanno realizzato delle “cards” riferite a tre personaggi politici italiani, il cui ruolo è stato interpretato da 3 degli studenti coinvolti (i restanti 4 studenti hanno invece giocato il ruolo di “advisor”). 

Durante il meeting, gli studenti si sono cimentati in discussioni in gruppi internazioni, nella produzione di brevi discorsi che riassumessero le riflessioni condotte con i loro compagni; i ragazzi, inoltre, hanno partecipato ad un secondo gioco di ruolo chiamato “Sociopoly”, per il quale sono stati divisi in team internazionali.

Oltre alla visita della città di Bucarest (centro storico e due musei), gli studenti hanno avuto l’opportunità di visitare la cittadina montana di Sinaia. Inoltre, in compagnia degli host e delle loro famiglie, i nostri 7 ragazzi hanno frequentato luoghi di ritrovo e di socializzazione di Bucarest (ristoranti, teatro, bowling, ecc.)

Entrambe le docenti accompagnatrici, la sottoscritta e la Prof.ssa Faraone, sottolineano con soddisfazione l’impegno profuso dai 7 studenti nella preparazione finalizzata allo svolgimento delle attività organizzate a Bucarest; con altrettanto piacere, le docenti  evidenziano la positività e l’entusiasmo con i quali i 7 studenti hanno affrontato i lavori e i giochi in gruppi internazionali, nonché lo scambio culturale con i loro host rumeni. I ragazzi hanno infatti dimostrato di essere liberi da pregiudizi, curiosi nei confronti di una cultura altra, delle sue tradizioni ed abitudini, ed orientati alla creazione di rapporti fondati sul rispetto reciproco e sull’amicizia.

L’attività finale del progetto consisterà nella realizzazione di un testo (una storia, una canzone, una poesia, un fumetto o un copione teatrale/cinematografico) ispirato al futuro dell’Europa. I lavori dei ragazzi diverranno oggetto di disseminazione attraverso un evento di reading presso una libreria del quartiere e la biblioteca scolastica.

Il meeting di Bucarest è risultato essere un “laboratorio di integrazione”, alla conclusione del quale gli studenti hanno imparato a costruire “ponti” laddove sembrano esservi “muri”, compiendo scelte democratiche, sia nelle simulazioni della politica europea che nella quotidianità dei rapporti tra pari.  

Il prossimo progetto - biennio 2019/2021 - prevede a dicembre 2019 un incontro insegnanti/studenti a Stoccarda, il quale avrà come oggetto il tema delle differenze/affinità tra sistemi scolastici, problematiche e speranze degli studenti europei.

Sperando di avervi reso partecipi della preziosa esperienza formativa vissuta dai nostri 7 studenti, mi auguro di vedervi partecipare numerosi al sopramenzionato evento di reading, i cui dettagli saranno forniti non appena possibile.

 

                                                                                        La docente accompagnatrice

Prof. ssa Claudia Giovannini

Roma, 29/01/2019

Go to top